Stanotte torna la Sveglia di Santa Cecilia della Banda cittadina

UMBERTIDE – Quella tra domenica 21 e lunedì 22 novembre sarà una notte speciale per gli umbertidesi perché, dopo lo stop del 2020 causato dalla pandemia, tornerà la tradizionale Sveglia di Santa Cecilia della banda cittadina di Umbertide.

Stanotte infatti, sotto la guida dell’instancabile maestro Galliano Cerrini, la banda ripercorrerà nuovamente le principali vie cittadine, riproponendo una tradizione che è oramai entrata nel cuore di tutti gli umbertidesi.

Lo scorso anno, a causa del coprifuoco, non era stato possibile far sfilare la banda per le vie della città ma la tradizione in qualche modo non si era interrotta perché comunque con un megafono erano stati diffusi dei brani registrati. Ma nella notte di lunedì 22 novembre, in occasione di Santa Cecilia, patrona dei musicisti, la banda tornerà finalmente in strada per dare la sveglia alla città.

La partenza è prevista alle ore 3.30 dalla sede della banda per terminare intorno alle ore 6.30 del mattino; circa una ventina i musicisti di tutte le età (il più giovane ha 10 anni, il più adulto la bellezza di 80) che, diretti dal maestro Galliano Cerrini, suoneranno per le vie della città. Come sempre verrà reso omaggio all’ospedale e alla residenza per anziani e la banda suonerà anche sotto le finestre delle umbertidesi di nome Cecilia, proprio per fare loro gli auguri di buon onomastico. E quest’anno la banda renderà omaggio anche ad una grande artista italiana, recentemente scomparsa, Raffaella Carrà, proponendo tra i suoi brani anche “Tanti auguri”, uno dei suoi più grandi successi.

“La Banda è profondamente legata a Umbertide e ai suoi cittadini e con grande entusiasmo riproporrà quest’anno la tradizionale Sveglia di Santa Cecilia. – ha affermato il maestro Cerrini – E’ emozionante quando al nostro passaggio gli umbertidesi si affacciano alla finestra, o perlomeno aprono le persiane e accendono la luce in segno di saluto e invito tutti a farlo anche questa notte”.