Ripartiti i lavori di realizzazione della moschea

UMBERTIDE – I lavori di costruzione del nuovo centro islamico di Umbertide hanno ripreso il via. E’ quanto annunciato da Umbertide Cambia che in una nota incalza: “Quelle ruspe che in campagna elettorale i leghisti avevano già prenotato per buttare giù la nascente Moschea sono in realtà servite, giustamente, per risolvere un problema idrogeologico e consentire di portare a termini i lavori di costruzione del Centro islamico. Quindi, nel silenzio più totale della Giunta Cariza, il luogo di culto musulmano si farà”.

Il tutto “sotto traccia”, afferma Umbertide Cambia, come già avvenuto con l’acquisto dei terreni e la successiva prima edificazione, sotto le precedenti amministrazioni. E a niente sono valse la “feroce campagna di comunicazione” improntata dalla Lega, anche attraverso il suo leader nazionale Salvini, né “la denuncia formale contro la realizzazione della moschea”, che quindi presto verrà portata a compimento.

“Umbertide Cambia riconosce il pieno diritto della Comunità musulmana di avere un suo luogo di culto, che però mai avremmo pensato in quello spazio, per una questione di dignità, così limitrofo ad un mattatoio, e di coerenza urbanistica; zona industriale è e dovrebbe restare.- recita la nota – Allora come ora ribadiamo alcuni concetti: il tema dovrebbe essere argomento di una costruttiva riflessione pubblica, occorre approfondire la natura, gli obiettivi le modalità di gestione del Centro Islamico ed è necessario il tracciamento dei finanziamenti utilizzati. Non c’era e non c’è da parte di Umbertide Cambia nulla contro la religione musulmana: – conclude la nota – c’era e c’è soltanto la pretesa di chiarezza e trasparenza, ancora una volta negate dall’ipocrisia delle parti”.