Tevere sporco, continuano a calare gli iscritti alle gare di pesca. Intanto raccolte oltre 500 firme

UMBERTIDE – Il tratto del fiume Tevere che attraversa Umbertide è ancora torbido e maleodorante e tale condizione continua ad influenzare, negativamente, le competizioni di pesca sportiva in programma presso il campo gara. Lo scorso 6 e 7 agosto infatti è andato in scena il prestigioso International Fishing Show, evento di respiro internazionale che negli anni passati ha richiamato in città fino a 290 iscritti.

Quest’anno però i partecipanti sono stati 125, meno della metà degli scorsi anni. Non solo, perché mentre in passato gli organizzatori dovevano chiudere le iscrizioni anche due mesi prima dell’evento perché veniva raggiunto con largo anticipo il tetto massimo di partecipanti, quest’anno il numero degli iscritti è risultato di gran lunga inferiore ai posti previsti, pari a 190.

“Negli ultimi due anni abbiamo perso almeno la metà degli iscritti – afferma Sandro Zucchini, presidente dell’associazione pesca sportivi di Umbertide – In passato tra pescatori e famiglie, per l’International Fishing Show arrivavano ad Umbertide circa 600 persone, anche dall’estero, ma ultimamente la torbidità e l’inquinamento del fiume stanno danneggiando sia le competizioni di pesca sportiva che il turismo cittadino”.

Da fine maggio, dice ancora Zucchini, l’acqua risulta sporca e maleodorante, specie la mattina per poi tornare pulita la sera. Un fenomeno che è stato segnalato più volte alle autorità competenti, “a partire – dice Zucchini – da Comune e Arpa, che stranamente negli anni pare non abbia mai registrato episodi di inquinamento, nemmeno sporadici. La verità è che nessuno vuole prendere in mano la situazione. Alla fine – ha aggiunto Zucchini – posso dire che l’International Fishing Show è andato bene perché la bravura dei pescatori partecipanti, tra cui anche cinque membri della Nazionale italiana oltre a nomi di spicco a livello internazionale, ha sopperito alle disastrose condizioni del Tevere, ma non è possibile andare avanti così”.

Trionfa Stefano Premoli Per la cronaca sportiva, a vincere la 23esima edizione dell’International Fishing Show, è stato Stefano Premoli della società Ravanelli Trabucco di Soresina, seguito da Marco Solfanelli (Pesca Club Bastia) e Andrei Popa (Lenza Aglianese APD). E domenica 21 agosto si terrà una nuova competizione, della durata di otto ore, che vedrà partecipare circa un centinaio di pescatori sportivi.

Raccolte 500 firme Intanto prosegue la petizione lanciata da Umbertide Partecipa e sposata subito dai pesca sportivi, per chiedere di individuare la natura delle problematiche che affiggono da tempo il Tevere e mettere in atto le soluzioni necessarie a ripristinare la vivibilità del fiume e il suo uso sportivo e ricreativo. Ad oggi le firme hanno raggiunto e superato quota 500, a dimostrazione di quanto sia sentita la questione Tevere.