“Tom, Dick e Harry” vince il concorso Fita Umbria Teatro

(Foto Paolo Ippoliti)

UMBERTIDE – L’Accademia dei Riuniti di Umbertide si è aggiudicata il premio Fita Umbria Teatro 2022 con lo spettacolo “Tom, Dick, Harry” per la regia di Birgitta Roselletti. In attesa del verdetto della finalissima del Festival GAD di Pesaro, la compagnia teatrale umbertidese è salita sul gradino più alto del podio del concorso riservato alle compagnie teatrali regionali affiliate alla Federazione Italiana Teatro Amatoriale.

Grazie a questo primo posto, l’Accademia Dei Riuniti rappresenterà l’Umbria al Gran Premio del Teatro Amatoriale Italiano che si terrà il prossimo marzo al Teatro Sistina di Roma.

A decretare i vincitori del premio Fita Umbria, la giuria composta dall’attrice Diletta Masetti, dal giornalista e critico teatrale Tommaso Chimenti, da Antonio Lucci per Fita Umbria, Tania Rosati per Fita Perugia e Salvatore Fisichella per Fita Terni, che in diretta Facebook ha proclamato i nomi dei vincitori.

“La compagnia – ha dichiarato la giuria nella motivazione – ha saputo raccontare in modo convincente situazioni al limite dell’inverosimile: il susseguirsi delle bugie, le vicende paradossali, la grande dinamicità sul palco, i personaggi fortemente caratterizzati, in alcuni casi dei veri e propri stereotipi inglesi che hanno lavorato in modo calibrato e con grande ritmo come un vero e proprio treno in corsa che non riesce più a fermarsi; la performance arricchita anche da una scenografia colorata e sapiente, da costumi raffinati e curati che giocano molto sulla cromaticità; inoltre un testo che sdrammatizza la questione dell’immigrazione, in un periodo che ne vive un dibattito quotidiano, visto come un modo per allentare la tensione e stimolare riflessioni più serene. Questi elementi hanno portato la giuria ad esprimere un giudizio uniforme”.

Al secondo posto si è classificato lo spettacolo “Vagine” della Compagnia di Teatro instabile “Un sacco di-versi” di Città della Pieve mentre sul gradino più basso del podio è salito “Festa” della Compagnia Teatro della Fama di Gubbio.

I tre protagonisti di “Tom, Dick e Harry” – Michele Magrini Alunno, Achille Jr Roselletti, Luca Silvioni – hanno poi ricevuto anche una menzione speciale della giuria con la seguente motivazione: “naturali, brillanti ed equilibrati, sono riusciti ad interpretare i loro personaggi in modo esemplare, mostrando grande velocità di esecuzione e affiatamento tra di loro”.

“Siamo emozionati e contenti, il pensiero va ad ogni singolo socio e a chi ci guarda da lassù!”, è stato il commento dell’Accademia dei Riuniti. “Cinque anni fa abbiamo perso il nostro regista storico, poi è arrivata la pandemia e questo lavoro rappresenta per noi la rinascita. – ha affermato la regista Birgitta Roselletti subito dopo la proclamazione dei vincitori – Ci siamo detti ripartiamo, ma facciamolo ridendo di gusto, perché solo così possiamo elaborare le sofferenze di questi ultimi anni. Questo quindi è un premio che arriva diritto al cuore e che ci dà una forte spinta ad andare avanti su questa strada”.