L’umbertidese Diana Salciarini tra le super ricercatrici di UniPg

UMBERTIDE – Un risultato che riempie di orgoglio un’intera comunità. C’è anche la docente universitaria umbertidese Diana Salciarini nel pool di ricercatrici del UniPg che hanno ottenuto 8 milioni di euro di finanziamenti per la ricerca.

La professoressa Salciarini, docente di Geotecnica preso il dipartimento di ingegneria civile e ambientale dell’Università degli Studi di Perugia, è responsabile dell’unità di ricerca locale del progetto LEG-DHC (Large-scale climate neutral Energy Geostructures in District Heating & Cooling systems/networks), vincitore nell’ambito della CET Partnership Joint Call 2022. Il progetto ha una durata di tre anni e coinvolge 16 partner europei. Insieme alla professoressa Salciarini fanno parte team la docente di Scienza e Tecnologia dei Materiali e di Biopolimeri e Biocompositi, Debora Puglia e la docente di Idraulica, Silvia Meniconi.

L’obiettivo primario del progetto, come informa l’ateneo perugino, è integrare le geostrutture energetiche, opere geotecniche che non solo svolgono una funzione strutturale, ma vengono trasformate anche in efficienti scambiatori di calore, nei sistemi di teleriscaldamento e raffreddamento, creando reti termiche a zero emissioni di prossima generazione.

Risultati lusinghieri che affondano le radici nella elevata qualità della ricerca da sempre espressa dal Dica e sono anche l’espressione di un vasto movimento di più giovani ricercatrici e ricercatori che si supportano a vicenda e che assicurano non solo il presente, ma anche il futuro di questa eccellenza made in Umbria.