Grande festa per i 25 anni del Vespa Club Fratta Umbertide

UMBERTIDE – Un primo quarto di secolo festeggiato nel migliore dei modi. Oltre 100 persone hanno preso parte al tradizionale pranzo di fine anno del Vespa Club Fratta Umbertide che si è svolto al ristorante Adamo di Corlo domenica 3 dicembre. Non è mancata il consueto appuntamento con la solidarietà che ha consentito di raccogliere 700 euro che sono stati donati per le attività del locale comitato dell’Associazione umbra contro il cancro. 

È stata l’occasione per tracciare il corposo bilancio delle attività svolte dall’associazione del presidente Massimo Bifolchi nell’ultima stagione che ha visto i vespisti umbertidesi viaggiare da una città all’altra per conoscere storie e tradizioni dei territori in sella al due ruote Piaggio, nel corso del venticinquesimo anno dell’attività del club umbertidese. Un bilancio che porta in rassegna la perfetta riuscita dell’evento organizzato ad agosto. Il raduno nazionale ha infatti visto a Umbertide anche il Vespa Club Australia.  Quasi 300 Vespe che da tutta Italia si sono ritrovate in città e che hanno avuto modo di apprezzare i suoi luoghi e i dintorni. Il 2023 sta per andare in archivio ma già si pensa alla programmazione di anno prossimo. Come affermano dal consiglio direttivo dell’associazione, quella di domenica “è stata anche l’occasione per ricordare il nostro amico, socio fondatore e consigliere Maurizio Giacchè scomparso da poco e anima vera del club”. 

Anche quest’anno il pranzo di fine anno del Vespa Club Fratta Umbertide ha visto  la presenza del professor Massimo Billi, presidente dell’Aucc di Umbertide,  che, affermano i vespisti umbertidesi, ha illustrato dettagliatamente “ciò che ha finora prodotto la decennale collaborazione con l’associazione che ogni giorno assicura supporto e continuità al servizio di assistenza oncologica domiciliare ai malati di cancro a Umbertide e nei Comuni limitrofi.  Un contributo sostanzioso che dal 2010 il nostro Vespa Club ha donato all’associazione, al quale si sono appunto aggiunto quello raccolti dalla lotteria che si è svolta durante il pranzo di domenica. Cifre queste che hanno permesso negli anni di realizzare anche investimenti importanti quali ad esempio l’acquisto di una Fiat Panda per lo svolgimento del servizio domiciliare e il proseguimento di altre attività svolte dal comitato locale dell’Aucc”.

Un onore, per il Vespa Club Fratta Umbertide, che “ci sprona ulteriormente a organizzare momenti come questi di vicinanza ai cittadini, ovviamente sempre motivati dalla grande passione che ci unisce per un veicolo che ha segnato la storia del nostro Paese. Ringraziamo proprio tutti, i partecipanti al pranzo, chi non è potuto venire ma ha voluto comunque contribuire, lo staff del Ristorante Adamo per l’indiscutibile servizio e gli sponsor che ci hanno supportato rendendosi disponibili anche in questa occasione”.