Gli ex ferrovieri si ritrovano in vista del Natale

UMBERTIDE – Una grande famiglia che resta sempre legatissima. E’ quella degli ex dipendenti della gloriosa Ferrovia Centrale Umbra. Dopo il grande raduno che ha avuto luogo nel mese di ottobre all’abbazia di Montecorona, circa 50 ferrovieri in quiescenza e loro familiari, si sono ritrovati per vivere insieme un momento di condivisione in vista del Natale. L’iniziativa, organizzata dal gruppo Amici Treno,  si è svolta nel pomeriggio di venerdì 22 dicembre presso la Sala Balducci. A portare i saluti e l’augurio di buone feste da parte dell’amministrazione comunale sono stati il sindaco Luca Carizia e l’assessore Lorenzo Cavedon.

Ad aprire la reunion natalizia è stato Pietro Mancini – già capostazione di Umbertide e uno dei membri più attivi di Amici Treno insieme a Luciano Bartolini, Claudio Castraberte, Fausto Stefani e Vasco Scarpellini – che ha compiuto un excursus sull’attività svolta nell’anno che sta per finire e annunciato le iniziative in programma per il 2024: “E’ bello ritrovarsi ancora una volta tutti insieme – ha detto  – C’è un grande entusiasmo nel nostro gruppo e il superamento dei 200 iscritti lo dimostra perfettamente. Siamo in tanti e tutti abbiamo il desiderio di andare avanti. Ci stiamo costituendo come associazione e presto daremo alcune novità in merito. Tra fine maggio e inizio giugno del prossimo anno organizzeremo un convegno su passato, presente e futuro della ex Fcu. Organizzeremo delle gite turistiche e organizzeremo consueto pranzo che organizzeremo probabilmente in una città sull’Adriatico”.

Nel suo intervento il sindaco Carizia ha ricordato l’importanza della ferrovia Sansepolcro-Terni per Umbertide e per tutto il territorio: “E’ importante parlare del futuro della ex Fcu – ha affermato – Ci sono finanziamenti importanti della Regione per affrontare dei passaggi decisivi. Sono molto contento che il gruppo Amici Treno diventerà una associazione. Nel nostro Comune il mondo dell’associazionismo è molto attivo, questa è una cosa bellissima. Significa che ci sono molte persone che vogliono far del bene alla propria comunità. La prospettiva di una realtà associativa che abbia a cuore la ex Ferrovia Centrale Umbra penso che sia un aspetto molto importante per la città e per gli umbertidesi”.

La rimpatriata è quindi proseguita con un rinfresco a base di dolci della tradizione natalizia (per la realizzazione del quale hanno collaborato attivamente Carla Brugnoni, Cristina Alunni e Mancini Serena) e con un brindisi al gruppo Amici Treno e all’avvenire della ferrovia.