Umbertide entra ufficialmente tra le città della ceramica umbre

UMBERTIDE – Anche Umbertide entra ufficialmente ne “La strada della ceramica in Umbria”. A ratificare l’adesione della città all’associazione è stato in maniera unanime il Consiglio comunale nel corso della seduta. Lo scopo de “La strada della ceramica in Umbria”, è quello di intraprendere il percorso per la realizzazione del programma strategico di sostegno al rilancio di questa antica arte e allo sviluppo dei territori e dei distretti produttivi locali nell’ambito di una visione strategica. Oltre a Umbertide, dell’associazione fanno parti altri Comuni umbri con una grandissima tradizione legata alla ceramica come Deruta, Gubbio, Gualdo Tadino, Orvieto e Città di Castello.

Esponendo la pratica nel corso dell’assise, il vicesindaco con delega alla Cultura, Annalisa Mierla, ha detto: “Con grande orgoglio, il 23 febbraio di quest’anno, il ministero dello Sviluppo economico ha formalmente comunicato il riconoscimento di Umbertide quale Comune  di affermata produzione ceramica. Non si può negare che nella nostra città c’è un tessuto produttivo molto importante che si fonda sull’arte ceramica e che esistono grandi testimonianze storiche in questo senso. Siamo davvero orgogliosi di questo percorso, intrapreso da quando ci siamo insediati nel 2018”.

Il vicesindaco ha colto l’occasione per ringraziare il sindaco di Deruta e presidente de “La strada della ceramica in Umbria”, Michele Toniaccini, per “la grande e fattiva collaborazione che ci ha accompagnati in tutto l’iter in tutti i suoi passaggi”. Con l’adesione del Comune all’associazione, ha concluso Mierla, “possiamo dire che entriamo a pieno titolo nella Strada della ceramica. Il Comune verserà una quota annuale di 500 euro per portare avanti e promuovere il nome della nostra città in Italia e in Europa”.

Messa in votazione, l’adesione del Comune di Umbertide a “La strada della ceramica in Umbria” è stata approvata coi voti favorevoli di maggioranza e opposizione.