Ecosostenibilità, Plastic Food Project al centro del progetto Erasmus

UMBERTIDE – C’era anche Plastic Food Project, progetto lanciato nel 2010 dall’artista umbertidese Pierluigi Monsignori, al centro dell’iniziativa Erasmus dell’Istituto Tecnico Economico Aeronautico “Scarpellini” di Foligno che ha coinvolto studenti e insegnanti provenienti da Estonia, Turchia e Romania.

Il progetto Erasmus ha voluto far luce sul recente fenomeno dell’eco-anxiety – ovvero l’impatto a livello psicologico ed emotivo del cambiamento climatico e dei disastri ecologici ed ambientali ad esso correlati – di cui sarebbe vittima il 59% dei giovani tra i 16 e i 25 anni. Gli studenti hanno potuto sperimentare le buone prassi eco-friendly della scuola, visitare le realtà green del territorio e conoscere associazioni no profit. Durante la loro permanenza a Foligno, hanno preso parte anche ad iniziative di riflessione sull’importanza del processo di riciclo della plastica attraverso le parole e le opere di Pierluigi Monsignori nell’ambito di Plastic Food Project, installazione di land art che utilizza materie plastiche riciclate.

Pierluigi Monsignori, in arte Posty, è stato ideatore di molti progetti, tra cui “Contro Corrente” che rappresenta la voglia di cambiamento, di vivere contro corrente e di promuovere azioni positive. Tra i tanti progetti c’è poi “Plastic Food Project”, che è stato presentato anche al Presidente della Camera e al Ministro dell’Ambiente. Ogni anno Potsy partecipa con questo progetto – esposto anche a Praga e in Marocco – all’European Week For Waste Reduction, la Settimana europea per la riduzione dei rifiuti.