Truffe, il Comune di Lisciano Niccone mette in guardia i cittadini

LISCIANO NICCONE – Il Comune scende in campo per mettere in guardia dai raggiri. In seguito alle numerose segnalazioni di truffe messe in atto soprattutto ai danni di persone anziane, l’amministrazione comunale di Lisciano Niccone lancia un appello a prestare la massima attenzione dai tentativi di ignoti che provano a colpire ignari cittadini.

La tecnica è sempre la stessa. Arriva una chiamata da numero privato. Dopo i convenevoli l’autore della telefonata si spaccia per un carabiniere che sta effettuando dei rilievi sul luogo di un incidente inventato nel quale è rimasto coinvolto uno stretto familiare di chi sta dall’altro capo della cornetta. Gli impostori, quindi, chiedono del denaro in cambio del rilascio del mezzo incidentato o per vedere liberato il proprio caro. Le persone contattate, a volte, cadono nel tranello e non esitano a consegnare soldi o preziosi ai malviventi. Proprio per evitare queste spiacevoli soprese, il Comune di Lisciano Niccone è voluto intervenire divulgando nei propri canali social alcune buone pratiche per permettere di sventare questo tipo di inganni.

“In questo ultimo periodo – scrive l’amministrazione guidata dal sindaco Gianluca Moscioni – si stanno verificando alcune truffe, spesso telefoniche, con le quali malintenzionati chiedono soldi spacciandosi per carabinieri, entrando spesso addirittura nel dettaglio di nome e cognome. Mai nessuno vi chiederà soldi , né carabinieri né qualsiasi altra forza dell’ordine. Vi invitiamo a fare passa parola per informare quanta più gente possibile, soprattutto gli anziani i più bersagliati”.