Consiglio comunale sulla sanità, è già polemica


UMBERTIDE – Non si è ancora svolto ma il Consiglio comunale aperto sulla sanità del prossimo 15 febbraio ha già sollevato un primo grande polverone. La decisione di convocare la seduta alle ore 8.30 del mattino infatti ha fatto infuriare Partito Democratico e Progressisti per l’innovazione, che ne avevano richiesto la convocazione e che avrebbero voluto che la seduta, aperta a tutti, si svolgesse in orari consoni con la più ampia partecipazione possibile.

“Abbiamo chiesto un Consiglio comunale aperto per discutere di sanità e del futuro del nostro ospedale in modo da coinvolgere tanta parte della città. – recita una nota a firma dei due gruppi consiliari di opposizione- Per coinvolgere i cittadini questa maggioranza di destra ha ben pensato di convocare il Consiglio comunale aperto alle 8.30, inibendo di fatto la partecipazione a chi lavora e studia. Un Consiglio comunale aperto per sua natura è un’occasione di confronto e di informazione per i cittadini e mai si sono svolti consigli comunali aperti su questioni delicate come appunto la sanità ad orari improbabili come è stato fatto questa volta. In questo modo non si prende in giro l’opposizione ma tutti gli umbertidesi che vorrebbero avere qualche informazione sul futuro della nostra sanità pubblica. Questa destra si pensa furba – chiosano PD e Progressisti per l’innovazione – ma è solo cialtrona”.