Dissesti idrogeologici, mezzo milione per Tevere e fosso Rio

UMBERTIDE – Poco tempo e saranno messi in sicurezza Tevere e fosso Rio. La giunta comunale ha approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica riguardante la messa in sicurezza dei dissesti idrogeologici che hanno riguardato in parte i due corsi d’acqua. L’importo ammonta a 480mila euro che rientrano tra i finanziamenti Pnrr relativi alla tutela del territorio e della risorsa idrica.

L’intervento ha l’obiettivo di consolidare e mettere in sicurezza le sponde del fosso Rio e del fiume Tevere nelle zone dove l’avanzare dell’erosione può costituire un pericolo per la pubblica incolumità. I punti che individuati  sul fosso Rio sono quelli nella zona dello stadio Morandi e nella zona industriale in prossimità di via Madonna del Moro. Per quanto riguarda Tevere sarà  messo in sicurezza un dissesto adiacente alla sponda sinistra del fiume in prossimità di via dei Falegnami. Gli interventi previsti dal progetto prevedono la realizzazione di scogliere in massi ciclopici per la stabilizzazione delle sponde e del fondo alveo e la rimozione della vegetazione presente e pericolante. Questo per permettere il ripristino dello smottamento di frane e per evitare eventuali futuri cedimenti delle sponde a causa dell’azione erosiva delle acque.

L’intervento che riguarderà la zona sul fiume Tevere prevede anche il tombamento della zona erosa e il prolungamento di due collettori fognari. Il sindaco Luca Carizia e l’assessore ai lavori pubblici Alessandro Villarini, dichiarano: “Questi lavori, per un importo di 480mila euro, sono la risposta concreta ad un tema fortemente attuale quale il dissesto idrogeologico, a dimostrazione di quanto l’amministrazione tiene a dare risposte oggettive ai cittadini”.