Ucraina e Palestina, il Coordinamento per la Pace lancia una raccolta fondi

UMBERTIDE – “L’Italia deve dire basta”. È l’appello lanciato dalla Fondazione PerugiaAssisi e condiviso dal Coordinamento per la Pace di Umbertide – Montone – Lisciano Niccone che ha lanciato una nuova raccolta fondi di fronte all’emergenza Ucraina e in aiuto dei bambini di Gaza. Sono passati oramai due anni dallo scoppio della guerra in Ucraina; in questo periodo molto è stato fatto dalle comunità locali, specie accogliendo i profughi ucraini fuggiti dal conflitto ma la pace sembra essere ancora lontana.

“Con grande solidarietà, dei privati hanno messo a disposizione un appartamento, permettendoci di aiutare quattro famiglie ucraine- spiegano dal Coordinamento per la Pace Umbertide- Montone -Lisciano Niccone – Pensavamo che la situazione si sarebbe risolta in pochi mesi, invece si è protratta per quasi un anno, con notevoli spese a carico dei proprietari. Le risorse che abbiamo messo a disposizione per ricoprire i costi non sono state sufficienti così abbiamo attivato una raccolta fondi per chiedere il contributo della nostra comunità al fine di sanare tali spese. Il restante ricavato – spiegano ancora dal Coordinamento – verrà devoluto ad un progetto rivolto ai bambini di Gaza, gestito dalla Fondazione PerugiaAssisi in collaborazione con “EDUCAID”, associazione no-profit ed organizzazione non governativa, impegnata nel campo della cooperazione sociale ed educativa, con sede a Rimini.

Le donazioni potranno essere effettuate tramite bonifico al Comitato della Croce Rossa a favore dell’IBAN IT33P0306921698100000008782 presso la filiale Intesa Sanpaolo di Città di Castello specificando come causale “Supporto Famiglie del territorio – Emergenza Ucraina e Palestina”.