Terremoto, depositata mozione Pd

UMBERTIDE – Anche ad Umbertide, come avvenuto al Comune di Perugia e in Consiglio Regionale, i Consiglieri Comunali del PD hanno depositato la mozione a sostegno delle popolazioni colpite dal sisma del 9 marzo. La mozione impegna il Sindaco e l’Amministrazione Comunale tutta ad intervenire presso la Regione Umbria, il Governo e il Parlamento affinché “possano essere messe in campo – afferma il gruppo consiliare PD in una nota – tutte le azioni e le misure necessarie a garantire una celere e adeguata ricostruzione, ad estendere l’ambito di applicazione delle norme emanate a seguito degli eventi sismici del 2016 che hanno colpito le Regioni Umbria, Marche, Abruzzo e Lazio anche ai Comuni di Perugia ed Umbertide danneggiati dall’evento del 9 marzo 2023, di modo che le popolazioni di queste aree possano tornare il prima possibile nelle loro abitazioni ed evitare così lo spopolamento di queste zone”.

La mozione impegna inoltre l’amministrazione comunale “ad intervenire presso la Regione Umbria affinché provveda, anche con fondi propri, all’istituzione di un fondo straordinario per le popolazioni di Pierantonio, Pian d’Assino e Sant’Orfeto – recita la mozione – per arginare le difficoltà economiche e la difficile situazione che coinvolge larga parte della popolazione di questi territori e ad adoperarsi affinché un apposito provvedimento legislativo e/o normativo regionale e/o nazionale preveda la sospensione del pagamento di mutui ed imposte per tutta la popolazione delle aree colpite dal sisma nel periodo di transizione fino all’erogazione del contributo per la ricostruzione. Viene richiesto all’Ufficio Regionale della ricostruzione che si faccia un’ulteriore verifica circa lo stato degli edifici dichiarati inagibili a seguito dei primi sopralluoghi nelle zone terremotate, di modo da poter accertare con maggiore attenzione e senza la pressione del sisma in corso la situazione di tali edifici. Si chiede, infine, all’Amministrazione di istituire, congiuntamente con la Regione Umbria, un ufficio o un punto di ascolto che possa aiutare le persone colpite dal sisma nello svolgimento di tutte le pratiche burocratiche necessarie ad ottenere sgravi o esoneri e garantire una agevolazione dei servizi alle persone”.

“Quando si dice lavorare insieme a sostegno delle popolazioni e dei territori colpiti dal sisma. – affermano i consiglieri PD – Con la mozione presentata abbiamo l’occasione tangibile per impegnarci tutti insieme affinché Parlamento, Governo e Regione facciano fino in fondo la loro parte con i provvedimenti legislativi necessari e mettendo le risorse che servono alla ricostruzione. Speriamo che su questo – conclude il PD – tutto il Consiglio Comunale converga”.