I volontari di Urca ripuliscono i boschi di Serra Partucci

UMBERTIDE – Al lavoro per eliminare le discariche a cielo aperto. E’ tornata anche quest’anno la giornata ecologica organizzata dall’Unione regionale cacciatori Appennino (Urca). I volontari dell’associazione  sono stati impegnati domenica 7 aprile nei boschi di Serra Partucci. Interessata anche la località La Goga, nel Comune di Magione.

In tutto sono stati raccolti circa 30 quintali di materiale in plastica, bottiglie di vetro, oggetti in ferroso, giocattoli, alcuni ventilatori ed elettrodomestici.

All’iniziativa hanno partecipato circa 50 persone, incluse – oltre a numerosi cacciatori – famiglie con bambini e tanti giovani che sono stati avviati, dice l’associazione, a  “una corretta  educazione ambientale.  Ogni anno mettiamo in atto domeniche di questo genere per ripulire le  discariche a cielo aperto, che sono frutto dell’ignoranza e della scarsa sensibilità ambientale”. 

A Umbertide a dar vita alla giornata è stato il referente Alvaro Bazzarri  che ha coinvolto i cacciatori di selezione presenti nel territorio. Il sindaco Luca Carizia e l’assessore all’ambiente, Francesco Cenciarini si sono complimentati per l’iniziativa, diventata un’abitudine nelle prime settimane di primavera.  

Nella zona di Magione a organizzare l’evento è stato il referente Urca, Massimo Soldati. L’iniziativa, patrocinata dall’amministrazione comunale, ha ricevuto il plauso del sindaco Giacomo Chiodini e dell’assessore all’ambiente Silvia Burzigotti, che hanno partecipato alle operazioni di ripulitura.

Infine da Urca arriva un ringraziamento a Gesenu e Tsa per aver fornito i presidi sanitari per una raccolta dei rifiuti in sicurezza.