Angelo Corbo racconta la strage di Capaci

UMBERTIDE – É stata un’importante occasione di riflessione e di studio l’iniziativa che ha visto l’ispettore di polizia Angelo Corbo – uno degli uomini della scorta del magistrato Giovanni Falcone, sopravvissuto alla strage di Capaci – parlare agli studenti del Campus Da Vinci. Nel corso dell’incontro, al quale i ragazzi hanno partecipato con grande attenzione e rispetto, Corbo ha portato la sua testimonianza, ricca di dettagli utili a ricostruire non solo gli attimi della strage, ma anche il clima di insofferenza che in quegli anni si respirava a Palermo verso Giovanni Falcone e gli uomini deputati alla difesa dello Stato e al contrasto della mafia.

All’incontro, aperto dai saluti del dirigente scolastico Fabrizio Bisciaio, erano presenti per l’Amministrazione comunale il presidente del Consiglio comunale Giovanna Monni, il vicesindaco Annalisa Mierla e il consigliere comunale Luca Santinelli. Presenti anche rappresentanti delle forze dell’ordine, tra cui il tenente colonello Giovanni Mele dell’aliquota Carabinieri della Procura di Perugia, il maggiore Giovanni Palermo comandante della Compagnia Carabinieri Città di Castello e il maresciallo Cesare Rampazzi Minnella comandante della Stazione Carabinieri di Umbertide.