“Tuteliamo chi si prende cura della vita”, grazie a Ospedale e Aucc

‘Al termine del percorso di malattia oncologica di mio padre, Dante Verni, concluso purtroppo lo scorso 21 giugno con la morte, vorrei ringraziare a nome mio e della famiglia coloro che hanno contribuito all’assistenza medica.

In primo luogo le strutture sanitarie territoriali che hanno diagnosticato la malattia ed offerto le prime cure: il Pronto Soccorso di Umbertide ed il 118 che ci hanno accolti giorno e notte; la Croce Bianca per i diversi spostamenti ed il reparto di medicina dell’Ospedale di Umbertide con il suo Responsabile Dr. Luchetti e tutta l’equipe medica e paramedica. Il reparto di Ortopedia dell’ospedale di Città di Castello, il Dr. Dinoi e tutto il personale. Il Dr. Mariotti medico di base. L’ambulatorio oncologico di Umbertide ed il Dr. Castori.

I nomi in questi casi sarebbero tanti da fare, ed alcuni vanno evidenziati, perché poi inizia la quotidianità della malattia oncologica che senza un supporto a domicilio sarebbe impossibile gestire. La nostra profonda gratitudine va a chi si è preso carico delle cure domiciliari ed è diventato, seppur per un periodo troppo breve, parte della familiarità.

Mi rivolgo all’Associazione AUCC Comitato di Umbertide “Associazione Umbra per la lotta contro il Cancro” per il supporto e la cura sino alla fine.

Quando vedi arrivare sotto casa la Panda bianca dell’Associazione, sai che qualcuno si sta interessando ai tuoi problemi e per il paziente questo rappresenta una rassicurazione durante le settimane di sofferenza che sono in realtà ore e minuti interminabili.

Claudio Sonaglia, instancabile infermiere professionale disponibile in qualsiasi giorno, ed i giovani infermieri al seguito gentili e attenti, Anna e Gaetano.

Le oncologhe domiciliari Dottoressa Ferretti che inizialmente ha seguito il percorso per le cure palliative ed in particolare la Dottoressa Sofia Fabrizi, che successivamente ha accompagnato mio padre nelle fasi terminali, fino alle ultime ore. 

Inoltre estendo la mia gratitudine all’infermiera Barbara, indispensabile e sempre disponibile, ed a tutto il Centro Salute di Umbertide.

Davanti agli occhi ho ognuno di loro ed i ricordi di mesi dolorosi sono tanti.

Oltre che una sicurezza per il paziente, diventano l’ancora di salvezza per i familiari.

L’Associazione AUCC va tutelata e custodita; ai malati arrivano gratuitamente i servizi ma dietro ogni azione di umanità e cura c’è un dispendio economico sicuramente importane. Il finanziamento è l’unica possibilità di garantirne il futuro. Quindi doniamo anche attraverso piccoli contributi, con la cassettina delle offerte quando c’è un funerale, con la dichiarazione dei redditi, partecipando alle iniziative.

Tutto questo consente ancora la certezza di un aiuto.

Ringrazio quindi il Presidente dell’Associazione Massimo Billi, la volontaria Simona Santilli e tutto il comitato dell’Aucc.

Tuteliamo chi si prende cura della nostra vita”.

Simonetta Verni