Musica ed emozioni per il concerto “Gaudium et Gaudium”

UMBERTIDE – Musica ed emozioni per il concerto “Gaudium et Gaudium” alla chiesa di Cristo Risorto. E’ stato un vero e proprio successo la prima data umbertidese della manifestazione “Pasqua tra Umbria e Toscana”, che ha avuto luogo nella sera di Pasquetta e che ha visto esibirsi l’orchestra de “I Concertisti” e il soprano Alessandra Benedetti, diretti per l’occasione dai maestri Gianfranco Contadini e Andrea Marzà. A essere eseguiti sono stati brani di Paganini, Pergolesi e Glazunov. Bellissimo e pieno di significato il momento in cui i due maestri hanno diretto i propri talentuosi figli, Antonio Contadini al violino e Ruben Marzà al sax. 

A intervenire nel corso del concerto sono stati l’assessore Alessandro Villarini, che ha portato i saluti dell’Amministrazione comunale e del sindaco Luca Carizia, e la coordinatrice dell’evento, la dottoressa Catia Cecchetti del Museo Diocesano di Città di Castello.

L’assessore Villarini, nel suo intervento, ha ringraziato l’orchestra “I Concertisti” per il prestigio e la valenza delle loro interpretazioni sempre suffragate da una grande partecipazione e coinvolgimento di pubblico, esprimendo la sua gratitudine anche verso la coordinatrice dell’iniziativa Catia Cecchetti per la sua professionalità e disponibilità sempre mostrate nell’organizzare questo concerto diventato ormai una consuetudine del periodo pasquale. Un ringraziamento è stato rivolto anche al parroco, don Gaetano Bonomi Boseggia per aver messo a disposizione l’edificio religioso. Soddisfazione è stata espressa dalla dottoressa Cecchetti che ha posto l’accento sulla numerosa partecipazione di un attento ed entusiasta pubblico che ha chiesto anche il bis finale. La coordinatrice dell’evento ha quindi voluto evidenziare l’alto livello dell’orchestra e dei solisti e le grandi emozioni per il momento in cui i maestri Contadini e Marzà hanno diretto i propri figli.  

Gli eventi di “Pasqua tra Umbria e Toscana” nel territorio umbertidese non finiscono qui. Il prossimo appuntamento è previsto per domenica 21 aprile nella chiesa di San Francesco di Preggio.