In tanti per la presentazione del libro di Mario Tosti “1944: dalla barbarie verso la civiltà”

UMBERTIDE – Sono state numerose le persone che, nonostante il tempo incerto, nel pomeriggio del 25 Aprile hanno preso parte alla presentazione del  libro di Mario Tosti “1944: dalla barbarie verso la civiltà”, edito da Gruppo Editoriale Locale. Con questo lavoro, l’autore – insieme al Centro socio-culturale San Francesco e UniTre di Umbertide – ha voluto ripercorrere i drammatici momenti del bombardamento di Borgo San Giovanni, avvenuto 80 anni fa attraverso un’opera che getta luce su uno degli eventi più significativi della storia locale.

Scritto con passione e profonda ricerca, il libro rivela dettagliatamente gli eventi e le conseguenze del bombardamento che ha colpito Umbertide nel 1944. Attraverso testimonianze toccanti e documentazioni varie, l’autore ci trasporta indietro nel tempo, offrendo una narrazione commovente di coraggio, sacrificio e solidarietà. Il bombardamento di Borgo San Giovanni, a causa del quale morirono 74 umbertidesi, ha segnato profondamente la comunità locale, lasciando un’impronta indelebile nella storia e nelle vite di molte persone. Il libro, dotato di Qr Code che darà la possibilità di aggiornare l’opera nel tempo, ma soprattutto permetterà ai più giovani di conoscere ed approfondire una fase importantissima della storia cittadina, si presenta ricco di dettagli, ricordi preziosi ed offre una testimonianza tangibile della forza umana di fronte alle avversità più grandi.

Attraverso una narrazione coinvolgente e una ricerca accurata, “1944: dalla barbarie verso la civiltà” cattura l’essenza di un momento cruciale nella storia locale, offrendo un tributo duraturo alle vittime e agli eroi di quel tragico evento. È un’opera che non solo informa e documenta, ma che testimonia anche la forza della comunità umbertidese di fronte alla tragedia.

All’evento, ha preso parte il vicesindaco e assessore alla Cultura, Annalisa Mierla, che ha ringraziato Tosti ed ha portato il saluto dell’amministrazione comunale, sottolineando il significativo lavoro di approfondimento storico.